Centro e centri nello hatha yoga; un’educazione alla libertà

Giovedì 27 a domenica 30 giugno 2019

Ritiro residenziale estivo

L’intramontabile ritornello di una vecchia canzone indicava il bisogno e la ricerca di un centro di gravità permanente. Ma che cos’è un centro o il centro? Nella visione classica, lo stato di yoga emerge con la sospensione del continuo vorticare delle proiezioni mentali (vritti) mentre nello hatha yoga lo yoga è indicato come processo che risveglia una forza di ricerca spirituale (kundalini) che resta altrimenti latente. Per tutte le visioni yogiche, lo scopo è di liberare la coscienza nella traccia della verità e della libertà. Per questo indissolubile legame tra mente ed energia (prana-manas), il ritiro porrà le condizioni per studiare e fare esperienza, al di là di concettualizzazioni o suggestioni, del corpo energetico e dei suoi centri – cakras, secondo la visione yogica. Abbandoniamo l’ossessione della forma, risvegliamo la dimensione interiore e, al contempo, si accenderà il processo di purificazione o de-condizionamento.
Studio dei testi e pratica di asana, pranayama, krya, meditazione con una particolare cura all’esercizio di mudra e bandha.

La partecipazione è aperta a tutti i praticanti di yoga.

Per iscriversi è gradito un colloquio, anche telefonico, con l’insegnante Barbara Villa.

Costo: € 150 per il seminario (escluso vitto e alloggio)

Scarica il programma: ritiroestivo_2019